Civitella di Romagna

Filmino in bagno, poi si inventa spaccio

Si è intrufolato nel bagno delle ragazze per filmare una compagna di classe, ma quando è stato sorpreso si è inventato una storia di spaccio di droga. E' successo nei giorni scorsi in una scuola di Faenza (Ravenna) dove alla fine sono intervenuti i carabinieri che hanno denunciato un 17enne per procurato allarme. Il ragazzo si era arrampicato sulle pareti divisorie tra le toilette, ma la compagna, sentendo i rumori, ha alzato gli occhi e ha visto il telefonino puntato su di lei. E' uscita e ha scoperto il compagno, che per giustificarsi le ha raccontato di essere in bagno per recuperare un involucro di marijuana, per conto di un'altra ragazza. La stessa versione è stata raccontata agli insegnanti, e poi ai carabinieri, avvisati dalla scuola. Quando i militari hanno convocato la giovane 'tirata in ballo' dal 17enne, hanno capito che la storia era inventata, come ha ammesso lui stesso: in realtà un amico, ha detto, gli aveva promesso soldi in cambio di un filmino girato nel bagno delle ragazze.

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie